All’armi siam fascisti

Pistonami fascista

Le simpatie del parà

Quando la fame annebbia la mente si è più portati agli errori, anche madornali a volte. Ieri sera ero concentrato sul piatto di pasta che si stava materializzando di fronte a me ed ho incautamente perso di vista il telecomando. Erano le 20.35 e la tv era sintonizzata su Rai2. Ieri era il giorno dei funerali di stato ai militari morti in Afghanistan, e mi sono sciroppato il servizio strappalacrime-innalzaorgoglio di questa simpatica testata giornalistica locale. Tanta pomposità, tante cariche dello stato, che in un certo senso sono gli stessi che prima li mandano a morire e poi li piangono in tv. Sul web, dio lo benedica, intanto c’è voce anche per chi ritiene che ci sia un “squilibrio di cordoglio” per i morti sul lavoro. Per i militari, lavoro che purtroppo guarda spesso in faccia alla morte, c’è più attenzione che per quelli che muoiono lavorando nelle innocue fabbrichette del triveneto. Pure in radio, tra gli interventi degli ascoltatori, si comincia a sentire qualche voce fuori dal coro di pianti. Certo, c’è ancora chi elogia la missione di pace afghana perché laggiù le donne portano il burqa, perciò dobbiamo riportare la libertà blabla. Anche a Compignano picchiano le donne (il paese di Roberto Spaccino, ndr), ma non  sembra che qualcuno vi stia organizzando una missione di pace. Forse la presenza dell’occidente nel paese di Bin Laden (ma dov’è poi?) è dovuta ad altro, e forse il vero nemico, quello che li uccide, i nostri militari non lo possono combattere.

Indymedia intanto fa notare come uno degli eroi afghani dichiarasse a tutto il mondo simpatie per il partito nazionale fascista, chissà poi se esiste tale partito. Per fortuna che li fanno giurare sulla Costituzione prima di consegnargli divisa e fascino. A questo punto sono anche io dell’idea che la nostra presenza in Afghanistan vada rinforzata, dobbiamo mandare altri militari a combattere per la libertà. Mandiamo anche i carabinieri, gli sbirri, i vigili urbani e reclutiamo volontari tra quelli che fanno le ronde. In Afghanistan hanno bisogno di loro. Dovremo sorbirci fiumi di lacrime e bambini coi baschi in tv, ma giusto per poche ore, che già dal giorno dopo non ne parla più nessuno.

2 commenti

Archiviato in argite

2 risposte a “All’armi siam fascisti

  1. speradisole

    Condivido quello che hai scritto. Non mi sono piaciuti gli applausi, tra l’altro ad un funerale applaudire alla morte, mi sembra un controsenso e non mi è piaciuta l’esibizione del bambino, al quale è stato insegnato di fare come a suo tempo fece il figlio di Kennedy. Se ne voleva fare una star e così è stato tutti i giornali ne parlano. Speradisole

  2. c

    sono d’accordo con quanto hai scritto.
    e penso anche che sia estremamente rivoltante tutto questo bombordamento mediatico che tv, giornali e quotidiani vari stanno operando.
    non è altro che un (pessimo) gusto sadico tutto questo voler spiattellare in faccia agli italiani il dolore delle famiglie coinvolte che dovrebbe essere circoscrtitto all’ambiente privato familiare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...