Barbato e le profumiere

(s)Barbato, Idv

La sinistra non sa come prendere il ciclone Di Pietro. Lui e il suo partito fanno opposizione popolare, parlano pane al pane e vino al vino: ce l’hanno con Berlusconi e non gliela mandano a dire. Il Pd, che proprio sinistra non è, tentenna, gli extraparlamentari parlano  di temi sociali con forza, ma al bar il tema non l’ha mai gradito nessuno.

L’ultima frecciata dell’Idv viene da Francesco Barbato, deputato, che di fronte agli operai Fiat di Pomigliano d’Arco in corteo a Palazzo Chigi ha urlato: “Per ogni operaio mandato via dalla Fiat gliela tiro io in faccia una statuetta a Berlusconi!“.  Intenzione discutibile, dal Pdl piovono piagnistei in men che non si dica. L’argomento violenza ormai è tabù, il geniale silvio si è creato questi anni di piombo al sapore di taralluccio ed ora qualsiasi cosa si dica è istigazione a delinquere. Per la precisione, qualsiasi cosa si dica contro il premier.

Appena sollevatosi il polverone di condanne, Barbato, che ha imparato la lezione dal nemico, ha subito smentito. “Sono stato frainteso”. Saranno popolani, saranno volgari, ma almeno ripagano l’odiato silvio con la stessa moneta. Una lezione che andrebbe seguita anche a sinistra,e da tutti gli uomini di buona volontà. Di fronte alle profumiere, quelle tipe fascinose e loquaci che sembra sempre stiano per concedersi, non bisogna solo subire. Vanno prima smascherate e poi prese a calci sulla passera, o statuette in fronte che dir si voglia.

10 commenti

Archiviato in argite, il gatto Silvio

10 risposte a “Barbato e le profumiere

  1. Giovanni

    Come mai quando c’erano i comunisti al governo di Brodi i disoccupati non rompevano i coglioni come, invece, li rompono adesso al Governo di centrodestra? Forse a quell’epoca c’era la piena occupazione, o no?

    • mario

      i disoccupati c’erano eccome, ma i governi prodi almeno con i disoccupati ci parlavano.
      I governi berlusca parlano anche … ma con la mafia, e casomai i disoccupati li bastonano

  2. Nicola

    Concordo pienamente con Giovanni!
    Il duomo di Milano, quello vero, lo lancerei in faccia a tutta quella pletora di stronzi vagabondi e mangiapane a tradimento, che va dai comunisti ai sindacalisti, tutti!.

  3. Michele

    Vorrei solo dire che a prescindere da tutto la violenza verbale o fisica non concorre a costruire ciò di cui abbiamo bisogno per il paese. Al contrario chiediamoci che ci guadagna ad alimentare tra i cittadini contrapposizioni così marcate…la risposta è più semplice di quel che sembra. Usate l’intelletto e non le ideologie, poichè è grazie alle ideologie che i rappresentanti eletti dal popolo possono arricchire senza che nessuno si chieda come sia possibile che accada. Buone feste

  4. E’ bello vedere che ancora esistono berluscones che agitano ancora lo spettro Prodi. E pensare che la pressione fiscale, da allora, è pure aumentata, ma se non c’è il silvio a dirgli che ci sono troppe tasse, loro neanche se ne accorgono.

    Tra un cattolico e un berlusconiano fatico a scegliere quello che sta messo peggio.

    • marini

      Sta peggio il berlusconiano, cattolico e leghista. Come lo incontri, di questi tempi ti offrirà un crocefisso; un altro, tempestato di gioie, l’ha appena regalato all’amante e lo potrai osservare che penzola fra le tette, quando si dovrà abbassare in avanti per far osservare l’insieme (hai presente Simona Ventura: ecco). Comunque, per parlare d’altro (ma poi non tanto d’altro) io rimango della mia radicata convinzione (basata sull’osservazione nel corso di almeno 35 anni di vita politica) che i movimenti come IdV di Di Pietro arano a fondo a favore della destra; è triste ma è così ed è triste perché tante delle cose che dicono sono il frutto di una legittima e sacrosanta indignazione; ma la politica, la politica è anche altro (altrimenti gli “indignati speciali” se li fa su Canale 5). Ciao

  5. ivano

    per NICOLA

    NON TI PREOCCUPARE CHE SE CONTINUA A GOVERNARE IL TUO FANTASTICO PREMIER
    ANCHE TU TRA UN PO SARAI TRA I VAGABONDI E TRA QUELLI CHE PIANGERANNO PER UN LAVORO….

  6. LELE

    anche oggi sono usciti allo scoperto. Ormai non possono più nascondersi, altro che si scusi come dice il suo kapo

  7. asgerjorn

    Ma qual’è il problema? Vi spaventa una piccola guerra civile e volete le Rivoluzione? Oppure vi spaventano i souvenir del duomo di milano e preferite l’originale? Basterebbe vietare la vendita di souvenir…

    DEMENZIALE? Allora preferite l’IPOCRISIA!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...