Investire sul futuro eterno

L'oratorio visto da James Cameron

Il mattone è fermo, la borsa crolla una volta alla settimana, le banche sono ladre riconosciute dalla legge. Investire i nostri capitali, oggi come oggi, rimane un’impresa. Tutti abbiamo un bel gruzzolo da far fruttare, ma dobbiamo essere oculati nelle scelte, diversificare il portafoglio e avere sempre una bella camicia addosso, se vogliamo ottenere qualcosa dai nostri amati soldi.

Durante il momento di riflessione finanziaria, che arriva più o meno ogni giorno all’ora di cena, ho trovato sopra il tavolo una busta totalmente bianca, se non per una piccola scritta in fondo: “top secret”. Sperando di trovarci qualche segreto scottante, la apro subito. Delusione, è il giornalino parrocchiale. Strano, a casa mia non arriva da anni, il prete sa che non ho più la stufa e non ho più bisogno di carta. Questo numero del giornale, edizione straordinaria a quanto pare, mi è stato recapitato perché c’è la proposta di un investimento. D’altronde dio sapeva dei miei dubbi economici, e mi viene incontro. Lui è onnisciente e in quanto a marketing mangia in testa anche al profiling di Google.

La proposta della succursale vaticana del mio paese si chiama BTO, Buoni Tesoro Oratorio. Sono obbligazioni con valore nominale dai 1000 ai 4000 euro, interessi 0 e rimborsabili nell’aldilà. O meglio, rimborsabili CON l’aldilà. San Pietro in persona valuterà i BTO, aprendo le porte del paradiso con il suo pratico telecomando Faac.

L’emissione di queste “obbligazioni” serve a finanziare la costruzione delle nuove strutture dell’oratorio marscianese, un campo da calcetto e una costruzione polivalente. Il costo da sostenere è nell’ordine del milione di euro, 1.300.000 per la precisione. Di questi la Cei ne ha coperti la metà, mentre con le offerte del popolo cristiano siamo fermi a 280.000 euro. Mancano oltre 350.ooo euro all’appello, e c’è bisogno di tutti noi, figli del Signore. Fortuna ha voluto che una persona, che ovviamente resta anonima, ha consegnato la cifra di 150.000 euro, con codesta causale: “voglio un gran bene alla Chiesa e mi sta molto a cuore l’educazione umana e cristiana dei nostri giovani“.  Altro che crisi insomma.

Nel giornale è illustrato come sarà il nuovo Oratorio: le nuove costruzioni sorgeranno al posto del vecchio campo da calcio. Era un campo sabbioso, distrutto da generazioni di adolescenti cresciuti imparando a schivarne le buche. D’estate si alzava un polverone da Apocalypse now, d’inverno la terra si ghiacciava e sembrava un campo di cemento. E’ stato uno dei migliori maestri di vita che io abbia mai avuto, lì ho imparato a bestemmiare, gioire, incazzarmi, sopportare, calciare con l’intenzione di far male a qualcuno, sputare in terra, fare la doccia fredda in pieno gennaio, attaccare un fazzolettino al soffitto sfruttando le proprietà collanti del muco nasale, rompere il vetro dell’oratorio con un rinvio dal fondo e tanto altro ancora. Le reti intorno al campo erano basse e in un anno di allenamenti perdemmo 40 palloni, tutti finiti sulla strada sotto e rubati da chi passava. Se invece il pallone rimaneva tra il campo e la strada, si incastrava nella selva oscura di alberi, una decina di metri in cui nessuna legge fisica valeva più. In corrispondenza del corner destro vi era un tombino, impossibile da saltare e che lasciava il segno a chi ci cadeva sopra. Solo ai novellini era riservato il tackle da dietro nei pressi del tombino, per gli altri vigeva un patto d’onore che sanciva il tombino come terra di nessuno.

Cosa fare dunque dei milioni che noi tutti accumuliamo ogni giorno? Per il paradiso non vale la pena investire in BTO, con un pentimento prima della morte si accede lo stesso; se invece si potesse tornare al campetto dell’oratorio, dove si formarono le anime dei più grandi senzadio del paese, varrebbe la pena buttarci qualche migliaio di euro.

Annunci

1 Commento

Archiviato in biografologia, Flanders

Una risposta a “Investire sul futuro eterno

  1. “calciare con l’intenzione di far male a qualcuno”

    Ah, quanti ricordi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...