Libertà di bestemmia

Il sindacato internazionale dei calciatori ricorda alla Federazione italiana giuoco calcio che non si può espellere per una bestemmia, che altro non è che una espressione colorita come un’altra. Questo a suggellare l’ennesima figura da zappatori timorati di dio onnipotente fatta dalla stirpe italica. Qualche settimana fa, infatti, il presidente del Coni, Petrucci, si scagliò contro le bestemmie in campo. Mentre lo sport nazionale, calcio escluso, non ha più i soldi neanche per un gatorade, e mentre anche il calcio sta vivendo qualche problemino. Ad esempio gli stadi sono vuoti, i pochi che vanno sono per metà razzisti (i tifosi) e per metà delinquenti (gli sbirri), la squadra del premier ha regole diverse dalle altre squadre, e fino a qualche anno fa truccatvano partite e calciomercato per far vincere la squadra degli Agnelli (non di dio).

La libertà di bestemmia è un diritto sacrosanto in un paese civile. Tando dio non ha mai fatto sapere di essersi offeso. Allo stadio poi, nessuno lo ha mai visto. Vabè che lui di sicuro c’ha Sky.

8 commenti

Archiviato in Flanders

8 risposte a “Libertà di bestemmia

  1. Questa me l’ero persa! facciamo la figura che ci compete di più, quella dei timorati del vaticano.
    Che brutto paese l’Italia.
    Sappiamo tingere anche le cose belle di un mesto colore funereo.

  2. Sono queste cose che ti fanno venire voglia di bestemmiare.

  3. fedesan

    mi fa pensare a quella libera traduzione dal latino che un genio della linguistica paracula aveva finto di malinterpretare:

    “Pan, ferinum deus,…” tradotto: “Pan, dio belva,….”

    però protesto moderatamente per l’uso di delinquente dato agli sbirri e ferocemente per il razzista dato ai tifosi……

  4. fedesan

    la moglie mi corregge sul latino “ferinum”… a suo modo di interpretare la lingua, che lei, a differenza mia, ha avuto l’ardire di studiare, dovrebbe essere “ferinus”… l’importante è che sia belva!

  5. in teoria ci sarebbe l’articolo 724 del codice penale che vieta la bestemmia, ma capisco che in italia e’ come parlare di un pelo in una cloaca.

  6. neon2

    Bah, ora la buttano sulla pedagogia… come se un dio cignale fosse piu` diseducativo di una carica della polizia, o di una simpatica sassaiola fra tifoserie contrapposte.. rigorosamente in diretta, e con la benedizione di sant`Audience da Arcore. Eh si, ho i brividi. Alla faccia della calura estiva.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...