Orgoglio gobbo

Pochi animali al mondo sono interessanti come i gobbi. Essi esprimono le caratteristiche dell’italiano tipo, tutte concentrate in una maglia bianconera: salgono subito sul carro del vincitore, annullano qualsiasi capacità logica in nome del capo, credono alle panzane che più gli fanno comodo.

Notizia di questi giorni è il ritrovamento di nuove intercettazioni tra Moratti e l’allora designatore Bergamo, ad opera degli avvocati di Luciano Moggi. I solerti principi del foro si sono sbobinati tutte le intercettazioni raccolte in quegli anni, e hanno ritrovato qualcosa che i magistrati ignorarono. Sono intercettazioni prive di significato ai termini del processo, Moratti esprimeva opinioni sull’operato degli arbitri, più o meno come fanno tutti i presidenti, dirigenti, allenatori e via dicendo. Moggi, al contrario, non esprimeva opinioni ma chiedeva cose precise. E vinceva tutto a mani basse. Ora i gobbi urlano allo scandalo, era tutto un magna magna, siamo stati puniti dalla magistratura comunista. A onor del vero, se lo scudetto 2006 assegnato a tavolino fosse revocato e non assegnato a nessuno, sarebbe la cosa migliore.  Questo non viene fatto perché sarebbe come se il sistema calcio ammettesse le sue schifezze, e questo non va bene perché col calcio si fanno tanti soldini.

Ora, già il fatto che le richieste che faceva Moggi in tema di arbitri venissero esaudite, con tanto di risultati a parlare chiaro, dovrebbe far desistere qualsiasi animale dotato di ragione. A questo ci si può aggiungere la storia della Gobba, che parla da sola. Squadra della famiglia Agnelli che nell’industria campava di aiuti dall’alto, e nel calcio ha applicato lo stesso metodo per anni. Aggiungiamoci il doping da cavalli che il dottor Agricola somministrava ai grandissimi corridori dell’era Lippi, ci ha fatto una puntata pure Report. Anche se saltasse fuori che Del Piero violenta le bambine e Buffon pesta i disabili, i gobbi difenderebbero comunque a spada tratta i loro beniamini. Perché di sicuro le bambine erano fan di Guariniello su facebbok e i disabili avevano la maglia di Vieira autografata.

Il gobbo è un po’ come il berluscones, dobbiamo tenercelo. Cercando di sorridere quando parte con la sua retorica e senza fargli notare le boiate che dice ogni 43 secondi (media nazionale cazzate gobbi). L’unica speranza sta negli studi di Darwin e nella tanto decantata evoluzione naturale: se davvero funziona, tra qualche decennio i gobbi dovrebbero estinguersi.

Annunci

3 commenti

Archiviato in Uncategorized

3 risposte a “Orgoglio gobbo

  1. miki foggia

    mercoledì, 7 aprile, 2010 alle 19:20
    cominciano ad aver paura, continuiamo con e-mail, fax, lettere, interventi sui forum, a difendere la juventus e a scoprire la verità. i pinocchi giornalisri e i perdentoni- spreconi, cercano di tacere o minimizzare quello che sta venendo a galla, continuiamo a farci sentire

  2. miki foggia

    La passione, l’amore per il calcio e la verità mi fa scrivere, ( che sia Juve, Milan, Inter, Roma ecc.), Dott.ssa lei lo definisce un lavoro e spera che mi diano qualche euro?…………le opinioni sono tutte rispettabili, ma è la verita e la realtà, rendono un opinione indiscutibile, mi creda chi ha giocato a calcio (pallone, termine usato dalle grandi firme giornalistiche) lo sa.

    Con stima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...