Olive greche

Bondi manifesta contro la libertà di stampa

La Grecia è andata a cianche ritte, eppure su facebook è pieno di album fotografici dal titolo “Mikonos estate pazzaaaaaa”; un turismo fiorente che non è bastato a salvare gli ellenici dal fallimento. In queste ore a migliaia sono in piazza, incazzati guasti perché uno stato che si reggeva sulla corruzione è crollato miseramente. Il premier greco cerca di aggrapparsi a qualsiasi cosa, recentemente ha dichiarato: “nonostante tutto, nessun ministro della repubblica vive in appartamenti vista partenone pagati da altri”.

In italia non ci sono invece grossi problemi, oggi il tg1 ha aperto parlando degli ottimi segnali di ripresa dell’economia italiani, certificati da un ente Romeno che basa le sue ricerche sugli indici Ndrangh e Camorr. Una grossa mano agli italiani arriva da una cricca di misteriosi benefattori che regalano case con soldi di provenienza dubbia, iniziativa più che lodevole.

Berlusconi intanto recita, per la prima volta nella sua vita, un mea culpa. Ha ammesso che “in Italia c’è troppa libertà di stampa”. I media sono tutti i suoi e si è reso conto che sta facendo troppo il cazzo che gli pare.

Il presidente Napolitano sta festeggiando i 150 anni dell’Unità d’Italia. L’evento più atteso sarà trasmesso in tv e condotto da Pupo: il presidente della Repubblica, vestito da Garibaldi, consegnerà Corona ad Emanuele Filiberto. La lega nord non parteciperà, sono tutti impegnati nella rievocazione del Congresso di Vienna: Bossi vestito da asburgo chiede l’ammissione del triveneto all’Austria, rappresentata da un sottosegretario tirolese sull’aria del Va’ Pensiero risponde “kolkazzen”.

Il Pd ha fatto sapere di essere pronto per le elezioni anticipate. Tutta la dirigenza è salita sulla barca di D’alema, diretti verso la Grecia. Lì dovrebbero riuscire a vincere, anche se un olivaro greco ha già comprato tutte le tv e presentato un nuovo partito. Bersani, parasafrando l’austriaco al congresso leghista di Vienna ha commentato: “e che cazzo”.

3 commenti

Archiviato in argite, giornalismi d'antan, il gatto Silvio

3 risposte a “Olive greche

  1. Pingback: Olive greche- Rivistaeuropea

  2. E’ bene che mi sbrighi a comprare dollari prima che la Greci trascini l’euro troppo giù.

  3. fedesan

    fioravante fabozzo (nome singolare, persona straordinaria), mitico supereroe emigrato da napoli per lavorare alla merloni di gaifana, è andato bello bello a fare la dichiarazione dei redditi.
    due cud, uno dell’inps della cassa integrazione (ormai da quattro anni si sta in cassa integrazione alla merloni, ben prima della crisi) di 700 € e uno dell’azienda per i tre o quattro giorni lavorati al mesi di pochi spiccioli.
    essendo entrambi i ‘redditi’ tassati come se fossero l’unico il nostro eroe dovrà versare un conguaglio irpef di 1000(!!!!!) € all’agenzia delle entrate.
    se si parla con i sindacati ti dicono che è giusto, è dovuto per questo, questo e quest’altro motivo…..
    in definitiva uno per 4 anni guadagna mai più di 800 € al mese e un sindacalista pensa che sia giusto pagare 1000 € di conguaglio!
    io penso che quando saranno finite le brioches di maria antonietta rotolerà qualche testa!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...