Il treno è sempre il treno

Un anno fa divenni dottoressa, era venerdì 17. In un anno non è cambiato quasi niente, ma ora comprendo il significato di espressioni come “to è pa tale” e “ena sedem, dva sa pa deset”. Il 17 luglio 2009 era una caldo boia, al governo c’era Berlusconi, Contador arrivò secondo in una tappa del tour, a Perugia c’era Umbria Jazz e a Pisa non c’era un cazzo.

Dopo un anno, da quel 17 luglio, gli unici che mi chiamano “Dottore” sono quelli che mi propongono colloqui della durata di tre giorni per un posto da stagista programmatore schiavo, tre mesi di contratto ma interessanti prospettive per il futuro, come quelle del ragazzo di campagna.

L’esperienza di Casapiddu finiva ufficialmente sulla spiaggia di Fregnolandia, localino  in quel di Tirrenia. Posto già triste di suo, la bora che alzava la sabbia per tirarcela negli occhi peggiorò la situazione. Da quel giorno i pidduisti cominciarono a rifare armi e bagagli, ognuno per destinazioni diverse. L’ultimo scoglio da superare era il padrone di casa, l’ormai famoso Ulisse Pizzi che tra sudore, fumo e tic nervosi avrebbe irritato persino il dalai lama. Qualcuno è finito ad abitare sopra i napulielli pizzaioli di San Giusto, qualcun altro sta riciclando denaro in Svizzera. La sguattera ha fatto perdere le sue tracce, dicono sia diventata uno dei migliori fantini di somari della Fratticiola.

Un anno fa moriva Rambo Guerrazzi, ma questo il telegiornale non lo dirà.

Annunci

1 Commento

Archiviato in biografologia, salami in vetrina

Una risposta a “Il treno è sempre il treno

  1. 1907

    pare che quando ci si abbandona a ricordi nostalgici è perchè ci si avvia alla vecchiaia. probabilmente hai passato il quarto di secolo anche tu. si comincia ripensando a vecchi coinquilini che non abitano più con noi e si finisce col rimpiangere anche la sabbia negli occhi.
    per quanto i tg tacciano spesso notizie degne di nota, Rambo Guerrazzi non verrà dimenticato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...