Espressioni che mi stanno sul cazzo: ma anche

Veltroni, ma anche Berlusconi

Il “ma anche” fu sdoganato da Veltroni, durante la sua campagna elettorale votata al fallimento, ma era già in uso da anni. “Ma anche” è l’espressione che non può mancare in ogni discussione in cui vi sono due tesi contrapposte. Si inizia proponendo una ipotesi, smentita dall’interlocutore. Quando uno dei due non è più in grado di controbattere, scatta il ma anche. E’ una sorta di punto fisso, tutti i dibattiti arrivano al ma anche, e da lì in poi si trascinano in una litania di esempi spiccioli.

Il caso più comune è nelle dibattiti politici, che siano fatti da bimbiminkia o deputati poco importa, la fine è sempre quella. “L’olocausto uccise milioni di ebrei” “Eh ma anche le foibe però!” “Questo governo sta devastando la politica sociale del paese” “Eh ma anche Prodi però!”. L’esercito del Ma Anche è potente, ed ha messo a ferro fuoco le opinioni del paese. Una rivoluzione silenziosa che permette anche a emeriti idioti di non sfigurare al confronto di intellettuali e personaggi autorevoli.

Esempio di storia incentrata sul ma anche
:

Cappuccetto Rosso doveva andare dalla nonna. Ma anche il lupo ci stava andando. Il lupo arrivò prima e trovò la nonna sul letto. Camicia da notte neorealista, cuffia da doccia in testa e occhiali con catenella.

–Brutto porco! Cosa vuoi fare, abusare di me?– Urlò la vecchia.

–Ma anche no.– Rispose il lupo, che se la mangiò in due bocconi.

Il lupo si vestì come la nonna, e si infilò a letto. Cappuccetto Rosso arrivò dopo pochi minuti, con il cestino del pranzo in mano e addosso un vestitino scollato. Oggi le bambine crescono in fretta.

–Ma tu sei la nonna? Che culo peloso hai?

–Ma anche gli occhiali con catenella della nonna!–Rispose il lupo, tradendo un po’ di nervosismo

–E che pacco!

–Ma anche la camicia da notte neorealista! Vieni, avvicinati, fatti dare un bacino dalla nonna. Anzi, perché non ti togli quel vestitino e fai vedere alla nonna quanto sei cresciuta?

–Ma anche no!– Rispose Cappuccetto, aggiungendoci un ridolino di lusinga da avance. Lasciò il pranzo sul letto della nonna e se ne andò, lasciando il lupo visibilmente arrapato.

Mentre tornava a casa, Cappuccetto Rosso prese il suo Samsung Galaxy S con Android ed aggiornò il suo stato su facebook: “Stanca…ma anche stupita! XDXDXD”

Annunci

1 Commento

Archiviato in espressioni che mi stanno sul cazzo

Una risposta a “Espressioni che mi stanno sul cazzo: ma anche

  1. Il “ma anche” finora è quella che temo di più, sicuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...