Armi a quattro ruote: non solo catapulte

La notizia della strage di Lamezia Terme, dove un’automobilista ha ucciso otto persone, è una triste opportunità per risolvere in modo definitivo la disputa tra automobili e biciclette. Le otto vittime erano in bicletta, la classica uscita di domenica mattina. L’auto è una mercedes, viaggiava veloce ed ha eseguito un sorpasso senza curarsi dei ciclisti che provenivano in senso opposto. La pena giusta, per questo tipo di automobilisti, è l’impossibilità della riproduzione. Finisci la tua vita tranquillo, ma non lasciare eredi. Il mondo non riuscirà a evolvere finché ci saranno in giro i geni di questo tipo.

Scene simili avvengono tutti i giorni, ad ogni ora del giorno. Quando va bene, il ciclista si becca una strombazzata perché “era in mezzo”, quando va male, il ciclista muore. Io ho optato per una via di mezzo:  spalla sublussata, con tanto di giro panoramico della città in ambulanza. Vediamo dunque, con poche e semplici spiegazioni, come risolvere la questione auto vs Bicicletta.

  1. Io sono sia automobilista che ciclista. Se tu sei solo un automobilista, puoi ascoltarmi senza parlare.
  2. I ciclisti stanno sempre in mezzo. Non è vero, chi sta sempre in mezzo sono i trattori. Ma chissà come mai, ai trattori tutti stanno attenti a non andargli addosso.
  3. Secondo il codice della strada (art. 182), nelle strade dove è possibile e quando la circolazione lo permette, due ciclisti possono viaggiare appaiati. Lo stesso codice della strada dice che quei cerchietti bianchi con contorno rosso e numerino nero, posti ai lati della strada, indicano la velocità massima. Cioè la stanghettina del contachilometri della vostra macchinina non può andare più in su del numerino scritto dentro il cerchietto.
  4. Esistono ciclisti idioti, ed esistono automobilisti idioti. Esistono esseri umani idioti. Ponendo il 30% come la quota di idiozia negli esseri umani, è facile capire come gli automobilisti idioti siano molto maggiori dei ciclisti idioti. (Per gli idioti: gli automobilisti sono 40 milioni, i ciclisti 2 milioni. Il 30% di 40 è 12, il 30% di 2 è o,6. 12 è maggiore di 0,6.)
  5. La domenica mattina, di solito, ognuno si dedica ai suoi hobby. C’è chi va a ripetere una cantilena secolare rivolta ad un non meglio identificato Signore, chi va in bicicletta, e chi prende l’auto per andare a pranzo dalla suocera. Di questi, solo l’automobilista ha fretta di arrivare il prima possibile, e non guarda in faccia a nessuno pur di andare a sorbirsi ore di chiacchiere inutili e un pollo arrosto stoppaccioso, sempre lo stesso da quindici anni.
  6. Automobile e bicicletta possono convivere senza problemi, come accade per automobile e trattore. Si tratta solo di avere rispetto non solo per il più forte, ma anche per il più debole. E’ una cosa semplicissima, si chiama civiltà.

4 commenti

Archiviato in argite, bar sport

4 risposte a “Armi a quattro ruote: non solo catapulte

  1. Barcaiolo

    Per completezza dell’informazione. Se si riporta un articolo, si riporta tutto.
    TITOLO V – NORME DI COMPORTAMENTO

    Art. 182. Circolazione dei velocipedi.

    1. I ciclisti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due; quando circolano fuori dai centri abitati devono sempre procedere su unica fila, salvo che uno di essi sia minore di anni dieci e proceda sulla destra dell’altro.

    (fonte: http://www.aci.it/?id=736)

  2. Cos’è tutto questo ottimismo? Il 30% come percentuale di esseri umani idioti mi sembra davvero poco!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...