Gulag Canapine

Le vacanze natalizie hanno riservato alle strade perugine una novità curiosa: un bombardamento di manifesti pubblicitari contenenti l’invito a sciare in umbria. Sfondo azzurro, gente vestita sgargiante in mezzo al bianco della neve e baciata dal sole, mentre ride e curva in mezzo ad una pista da sci. Fermandosi di fronte al cartellone ci si accorge subito di come le immagini risalgano agli anni 80, quando nelle montagne umbre c’era la neve, le tute sgargianti e i sorrisi di chi andava a sciare a Forca Canapine.

La montagna umbra non ha vocazione turistica invernale, sono anni che le condizioni non permettono più investimenti non rischiosi. Rinnovare le strutture per lo sci dove non nevica non è una scelta economicamente saggia. Chi è dunque il pazzo furioso che ha finanziato una campagna pubblicitaria simile? Basta avvicinarsi al cartellone 6×3 ed il mistero è svelato: la Provincia di Perugia.

webcam sibillini

Le montagne umbre a metà gennaio, periodo più freddo dell'anno

Il cartellone invita a visitare il sito http://www.sciareinumbria.it, da lì si possono reperire informazioni. Bene, allora se uno domenica volesse andare a fare un po’ di discese, è subito accontentato: click su “Forca Canapine”, e tutte le informazioni sono a portata di click. Quanta neve c’è? Non si sa, il consiglio è chiamare uno dei tre signori di cui è fornito il numero del telefonino. Con Google si può trovare qualche informazione in più su questa operazione di marketing, d’altronde il teorema dell’informazione locale recita:  se qualcosa viene portato avanti da ambienti politici, ci sarà sempre un comunicato stampa che riporta le dichiarazioni dell’assessore di turno, senza fornire alcuna altra informazione interessante.

Detto fatto, ecco Umbriacronaca: FORCA CANAPINE, BIGLIETTO UNICO PER SCIARE PURE SULLE PISTE MARCHIGIANE

Il biglietto unico sarebbe quello che gli sciatori chiamano skipass, gli ideatori della campagna di promozione dello sci in umbria hanno voluto chiamarlo biglietto per avvicinare allo sci anche chi, ormai non più giovane e cresciuto in campagna, ha lavorato e faticato una vita per mantenere quegli enti pubblici che un giorno gli diranno: “ehi vecchio bacucco compra un biglietto per sciare in umbria e marche. Ne basta uno!”

L’articolo presegue con dichiarazioni varie e al solito condite di parole quali “sinergia”, “collaborazione”, “concreto”, e via dicendo. Il concetto principale è: rilanciare il turismo invernale nella montagna umbra, che fino ad oggi ha sofferto molto. Chissà perché, eppure di neve non ce n’è quasi mai. Secondo uno degli assessori, la provincia ha in serbo grandi progetti per valorizzare, la provincia ha molte idee, la provincia vi prego non eliminatela perché sennò ci tocca andare a lavorare anche a noi. Verso la fine del comunicato, si legge una minaccia che neanche in unione sovietica avrebbero saputo nascondere così bene:

E in futuro: la nascita di un villaggio turistico dove sarà possibile far vivere Forche Canapine tutto l’anno

Forca Canapine tutto l’anno in un villaggio turistico è una luogo in grado di riabilitare i mafiosi del 41bis. Uno scenario di fantascienza, ogni giornata scandita da animatori plasmati sulla figura di Umberto Smaila. Fuori: d’inverno fango, d’estate sole a picco su montagne brulle. A natale i bambini degli ospiti verranno sorpresi dalla slitta a cingoli di babbo natale piena di doni, l’odore di nafta diventerà l’odore del natale. A ferragosto invece tutti in piscina per il concerto di Christian e Antonietta, duo piano bar revival. In autunno e primavera, periodi in cui non c’è molto da proporre in effetti, i turisti verranno incatenati a delle biciclette da spinning e produranno energia elettrica. L’assessore all’ambiente ha applaudito entusiasta  alla presentazione del progetto Gulag Canapine. A fine conferenza stampa, porchetta. Arrivederci al prossimo progetto di rilancio e valorizzazione strutturale di aree disagiate-qualificate inquadrate nel piano B della delega europea di rilottizzazione sociale della provincia di Perugia.

Annunci

1 Commento

Archiviato in argite, bar sport

Una risposta a “Gulag Canapine

  1. Quante brutte esperienze, alle forche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...