Aiazzoneeeee

Aiazzone se lo ricordano tutti. Gli spot con il castoro in onda a orari improbabili, le televendite: quando si passava di fronte ad un negozio Aiazzone ci si sentiva fortunati nell’avero visto un qualcosa di così famoso. Oggi però esce la notizia che smonta il mito: su Aiazzone è stata aperta una inchiesta, i lavoratori (850) sono senza stipendio da mesi e migliaia di clienti hanno pagato mobili senza riceverli.

Non c’è comunque da preoccuparsi: la politica si sta muovendo. Un tizio dell’Italia dei valori ha già definito la via da seguire:

“Auspico un intervento immediato da parte dell’assessore Claudia Porchietto – ha dichiarato Buquicchio – L’obiettivo è salvaguardare i posti di lavoro, risarcire i clienti e i fornitori e individuare eventuali responsabilità di coloro che vengono già definiti i furbetti del comodino.”

Tra inchiesta del pm e intervento della politica, i padroni di Aiazzone, dunque, posso stare tranquilli. Senza fretta raggiungeranno qualche paese lontano in cui hanno edificato una villa, e nessuno li andrà a prendere. E’ successo lo stesso a Aurelio Puntoni, quello dei Puntoni Sport. Invece di pagare dipendenti e fornitori, si è preso il malloppo e se n’è andato in Sudafrica. In Italia si può fare. Puoi non pagare le tasse, i fornitori, i mutui. Ma puoi farlo solo se hai tanti soldi.

Update: A proposito delle verità di cui parlava l’avvocato de frasca qui sotto, da Facebook si evince che il sig. Puntoni ora vive a Montevideo. Faccio ammenda, l’Uruguay non è in Africa.

10 commenti

Archiviato in io me piasse ncolpo

10 risposte a “Aiazzoneeeee

  1. Puntoni Erminio, Avv. De Frasca Roberto

    Carissima Peolina Borghese,

    sono l’Avvocato di Puntoni Erminio, il quale vive in Italia, e sta riprendendo a fatica il lavoro che era stato deturpato, non per motivi di cattiva conduzione, ma perchè ferocemente aggredito dalla crisi. E’ uno dei pochi casi in Italia dove hanno fatto saltare un’azienda senza un Euro di debito con le banche. Dei dipendenti, che come Lei sottolinea non siano stati pagati, vorrei metterLa a conoscenza che invece sono stati pagati tutti; hanno avuto il beneficio di cassa integrazione etc.. E per Sua informazione, quando dice che il Signor Puntoni ha preso il malloppo ed è scappato in Sud Africa, spero che Lei lo abbia scritto, o comunque, glielo abbiano comunicato, persone che in quel momento non erano sobrie, perchè sta incriminando una persona che dopo 35 anni di duro lavoro, si è trovato a riniziare a lavorare partendo da zero, in questo paese dove forse anche Lei usufruisce di sanità e di tante altre cose che il signor Puntoni ha contribuito per 35 anni a pagare: tasse, contributi, ed a mantenere 525 dipendenti. Dunque, le chiedo gentilmente di fare informazione corretta, di togliere immediatamente questo commento che solo oggi per combinazione abbiamo letto, altrimenti sarò costretto a denunciarla a piede libero per diffamazione. Spero che possa comprendere la mia posizione di legale, e Le vorrei ricordare che LA VERITA’ è l’unico argomento che si documenta. Nel caso Suo specifico, non può documentare assolutissimamente niente perchè è frutto di fantasia, di cattiva comunicazione, di spregio nei confronti di persone che Lei non conosce, e soprattutto di situazioni cui Lei è molto lontana, e si capisce chiaramente da come scrive senza riguardo per niente e nessuno. Con questa comunicazione Le do 5 gg. di tempo per rimuovere tutto, prima che io inizi un procedimento nei Suoi confronti.
    Distinti Saluti

    P.S. abbiamo già interpellato la Polizia Postale per effettuare accertamenti della Sua persona

    • non basta il tuo commento come replica correttiva? (tra parentesi, dove sta scritto che questo è un posto dove si fa informazione e si scrive la verità?) Ad ogni modo, come da minaccia, il post è stato modificato. Ora è tutto di fantasia.

      • Sciolina Giovanni

        Sono Sciolina Giovanni, l’avvocato di Aurelio Puntoni di Puntoni Sport. Con gentilezza vorrei intimarla di chiudere il suo blog, perché non riusciamo più a vendere nulla dal nostro store online (puntonisport.com), aperto con il TFR dei nostri ex dipendenti.
        Cordiali saluti.

    • machetesta

      gentilissimo Avv. De Fraja
      ora so per certo a chi NON rivolgermi per tutelare i miei interessi.
      ora scendo io di sotto ad informarmi dalla polizia postale, così, per curiosità….
      buona giornata

  2. Pingback: Lassù qualcuno mi cita | Peolina Borghese

  3. MB

    caro avvocato,
    non sarà LA VERITÀ, o meglio, la SUA VERITÀ, ma il pensiero che nel Bel Paese si resti piuttosto impuniti rimane saldo in molte teste pensati d’Italia.

    Queste sue parole, così forti e inappropriate, fanno male alla libertà di espressione; in fin dei conti l’unico ad aver fatto nomi e cognomi reali credo sia proprio Lei…
    Saluti

  4. La LEGGE

    Per tutti quelli che si ostinano a difendere la presunta dottoressa Borghese:
    sono un avvocato anche io, e so per certo che c’è una legge da qualche parte che vieta di inventare nomi di aziende o di persone che facciano rima con Tacconi.

  5. ma dai!

    non ci credo: secondo me la risposta dell’avv. De Fraja è un fake…..
    è troppo paradossale per essere vera!

    • MB

      anche secondo me! o meglio lo spero!!! altrimenti si è proprio dato la zappa sui piedi, anzi, ha zappato i piedi del suo “tutelato”

      • ma dai!

        se io fossi il signor Tacconi, denuncerei il mio avvocato, per diffamazione!!!
        incredibile! ma come si fa!

        :-):-):-):-):-):-):-):-):-):-):-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...