Pisapia in maglia rosa

pisapia in maglia rosaE’ la settimana delle imprese a sorpresa. Dopo Contador, ecco Pisapia. Tutti e due sono partiti su strade quasi piatte, e per questo poco selettive, dove conta avere la squadra che ti ripara dal vento e ti porta su. La Moratti è rimasta piantata tra le sue chiacchiere, attacco deciso di Pisapia ed ecco il vuoto. Berlusconi, direttore sportivo della Letizia, aveva giocato le sue palle finte su una vittoria. Ora le ha perse, per fortuna che per le notti di sesso con le veline usa la pompetta, altrimenti la sconfitta sarebbe stata senza ritorno.

Erano anni che una tornata elettorale non si rivoltava contro Silvio, guarda caso tutti anni in cui il Pd aveva imposto la sua linea come principale partito di opposizione. Ora invece vince a Milano con un candidato non in quota Pd, viene preso a pallonate a Napoli da un candidato di Idv+Sel, passa per il rotto della cuffia a Bologna, vince senza affanni a Torino, anche se con il 10% in meno rispetto alle precedenti elezioni. Il Pd ha avuto il culo di trovarsi in un gruppetto forte che lo ha portato all’arrivo in testa. Avessero scelto loro la tattica, si sarebbero staccati dopo pochi km.

La campagna stampa di Repubblica e L’Espresso contro Beppe Grillo, visto come nemico numero uno in quanto trafugatore di voti da sinistra, è mestamente fallita. Ora infatti campeggiano solo articoli dolci, con le facce dei giovani candidati del movimento 5 stelle. Ora i voti dei grillini fanno comodo, non ci si può sputare sopra. Volevano farli sembrare brocchi, invece sono ancora lì e devi convincerli a tirare altrimenti il gruppone di Silvio ti recupera.

Ricapitolando la situazione: mancano due settimane alla fine del Giro d’Italia, domenica 29 maggio a Milano ci sarà la cronometro finale. Si assegna la maglia rosa e la fascia tricolore, i favoriti sono i due che più di tutti hanno saputo stupire: Contador e Pisapia. La Moratti non starà a guardare, attaccherà senza esclusione di colpi. Accuserà Pisapia di doping, gli sgonfierà le gomme, gli purgherà la colazione. Ci vorrà una impresa per portare questa maglia rosa a Milano, ci vorranno testa e gambe. Sperando che il Pd non metta bocca sulla tattica, perché Pd è l’abbreviazione di PouliDor: ciclista degli anni ’60 amatissimo dai francesi perché arrivava sempre secondo.

5 commenti

Archiviato in bar sport, il gatto Silvio

5 risposte a “Pisapia in maglia rosa

  1. Ci godo proprio, per la vecchia strega.

  2. Emilio

    Ssbrietà,intelligenza e pragmatismo. Non montarsi la testa. Scarpe da ginnastica, idee e allegria perchè al ballottagio non vinca la Moratti ma PISAPIA.

  3. Non mi piace fare il puntualizzatore e nemmeno il piangitore ma quando anche persone informate come la sora peolina cadono in misunderstanding clamorosi corre l’obbligo di specificare.

    A Napoli SEL stava col PD e infatti ha preso una tranvata passando dal 9 al 4%, molto poco più (3,7%) stesso risultato della FED della sinistra (falce e martello) che ha appoggiato invece De Magistris.

    Del resto a Milano abbiamo preso il 3,4% (SEL 5%), a Reggio calabria il 6,8% e via dicendo….

    Alle provinciali, il voto più politico senza candidati, abbiamo preso, complessivamente, il 4,1% come SEL, esattamente come SEL.

    Del resto non è una difesa dell’orticello perchè siamo felicissimi dei risultati positivi di tutte le sinistre e dei candidati SEL a Milano e Cagliari tanto è che proponiamo una federazione di tutte le forze di sinistra.

    Per il momento SEL non ne vuole sapere perchè è convinta di volare sulle ali del santone di Terlizzi, speriamo che cambi idea…

    Del resto nostre resenze in TV? Riferimenti sui giornali? Niente.

    Il tentativo di ucciderci da vivi è evidentemente sponsorizzato dai nostri amici vendoliani che stanno sempre in TV da 2 anni avendo i nostri stessi voti, del resto a noi non manca la ragione ma il messia…

    • scusassimi, sulla situazione napoletana non riesco ad appassionarmi, infatti sono poco informato. Prima di vedere i risultati non sapevo neanche i nomi degli altri candidati oltre a De Magistris. Comunque sì, il risultato di rifondazione (oltre a quello dei grillini) è stato completamente cannato dai sondaggisti. Di Grillo almeno ne hanno parlato (soprattutto l’editoria di centrosinistra), seppure male. Che insegnamento trarne? Non lo so, ho lasciato il quaderno a casa.

  4. che emozione, comunque, vedeglie quil bregno ta Gasparri e la Moratti….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...