Mi faccio da sola

rabarama marchetta

la scultrice Rabarama

La donna artista di sinistra, che passione. Lo spunto per parlare di questa categoria lo offre una notizia da Firenze: per le vie della città sono state installate delle sculture di tal Rabarama, al secolo Paola Epifani. L’assessore alla cultura contesta questa esposizione dicendo: “è una marchetta, è una raccomandata”. La risposta dell’artista è quello che ci serve per delineare la categoria:

l’assessore del comune di Firenze appartiene alla cultura di un’altra figura maschilista balzata in questi giorni al disonore delle cronache. Mi riferisco  proprio a Dominique Strauss Khan che aggredisce le donne fisicamente, mentre il signor da Empoli lo fa a parole. Non credo che avrebbe usato il termine ‘marchetta’ se si fosse riferito a un uomo. Insultare me, che sono una donna, deve essergli sembrato molto normale. Complimenti.

Di donne artiste di sinistra ce ne sono a vagonate, basta girarsi intorno. Magari non sono famose per la loro arte, ma dentro di loro sentono di avere un qualcosa in più. Vivono in mezzo a noi, ogni giorno. Sono belle, o almeno piacenti, ma odiano con tutto il cuore quelle donne che usano la loro bellezza per fare carriera. Loro usano altro, hanno una testa che funziona, non sono stupide segretarie in minigonna. Certo, qualche volta la mettono anche loro la minigonna, perché in fondo che male c’è.

La risposta della donna artista di cui sopra contiene tutte la caratteristiche del personaggio. Le è stato detto di essere una raccomandata, e che la sua esposizione è una marchetta, termine molto usato in politica, maschi o femmine che siano. Prima accusa di risposta è: “maschilista”. Per una donna artista di sinistra, chiunque la critichi è un maschilista. Poi rincara la dose, è uno stupratore. Perché gli uomini delle donne vogliono solo il corpo, con violenza se possibile.  D’altronde cosa vuoi dire a uno che usa il termine “marchetta”. Di risposte nel merito non ce ne sono, perché alla donna di sinistra artista e piacente nessuno la raccomanda, lei si è fatta da sola. Di sicuro non se la fanno gli altri: lei non vende il proprio corpo, sebbene, guarda caso, sia sempre piena di uomini intorno; certo, il mondo è maschilista, dirà lei, per forza ho tanti uomini intorno. Uomini a cui non la darà mai, al massimo gliela promette, e per questo le offriranno occasioni e opportunità, perché è brava e merita, e perché forse, un giorno, per riconoscenza, potrebbero finalmente averla ignuda nel letto.

La donna artista di sinistra è un male da estirpare, una battaglia di civiltà. Non date cibo alle donne artiste di sinistra.

P.S.: le donne artiste di sinistra sono sempre sposate con personaggi provenienti da Bastia Umbria, con la golf nera ribassata doppio scarico e vasco o gigi d’agostino a palla.

P.P.S.: la scultrice in questione è solo uno spunto. Potrebbe non essere una donna artista di sinistra, sebbene, come si suol dire, gli atti n’en beglie.

5 commenti

Archiviato in argite, calciosullafica.com

5 risposte a “Mi faccio da sola

  1. Ne conosco diverse. Anche se non con mariti di Bastia.

  2. fedesan

    vuoi mettere? dare della marchetta a un’artista femmina senza talento non è come darla a… che ne so… uno dell’ammeto figlio di una consigliera comunale oppure ad un ingegner suonatore ambientale di natali socialisti.
    si passa dal metaforico all’ontologico!

    • ma scusa, se il tu babbo va casa per casa vestito da prete a dire che se non voti Alfio vai all’inferno (lavoro lungo, noioso e in cui metti la faccia umiliandoti finno alla morte), ti pare che poi sarebbero così disumani da non rifare un favore al tu babbo? Io però sarei per la trasparenza totale: dopo regolare concorso, andrebbe comunicato ufficialmente il motivo dell’assunzione. “Figlio di x”, “amico di y”, “portatore di voti” e anche, perché no, “era il più bravo di tutti”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...