Truci a San Siro

Vasco durante una riuscita imitazione di Bruno Tabacci

Ritorna Vasco a San Siro, come ogni anno più o meno. Il rocker di Zocca ha con il grande pubblico e il grande stadio un rapporto particolare, ai limiti del paranormale: basta guardare, negli anni, come il prato di San Siro e la capoccia del Blasco si siano spelacchiati di pari passo.

E’ il simbolo del rock italiano, un po’ come berlusconi è il primo ministro: l’opposizione è stata, negli anni, inesistente. La sua sfida principale è con Ligabue, ed è sentita solo dai fan delle rispettive fazioni. Al resto del mondo, di scegliere tra Vasco e Ligabue non interessa poi granché.In questi giorni ritorna ad esibirsi live, dopo l’uscita di nuove canzoni, uguali alle vecchie, e dopo le quali ha detto proprio a Ligabue: “ancora ne devi mangiare di polenta per diventare come me”. Dal canto suo, il Liga si è messo giù di buona lena per sfornare  anche lui altri due album con canzoni uguali alle precedenti.

Vasco Rossi instilla un problema, un dubbio, in ognuno di noi. Perché di fronte a Vasco bisogna schierarsi, ignorarlo o accusarlo di essere uguale agli altri ti fa fare la fine di Grillo, sbeffeggiato da tutti. Si può essere dei vaschisti veraci, tamarri che passano in macchina con rewind a tutto volume, vestiti di pelle sotto e a torso nudo sopra (sempre pelle in effetti, con la differenza che sopra c’è anche il pelo). Oppure si può essere cattovaschisti, seguaci di Vasco ma di fatto brave persone. Solo appassionati dei suoi versi (eeehhh, aaaahhh, bèèèèèè) e della sua musica, desiderosi di cantare a squarciagola, nel grande coro degli 80mila di san siro, che vorreste una vita spericolata, oltre che un impiego sicuro. Oppure potete essere antivasco, odiare Vasco, i vaschisti e tutto San Siro, palco compreso. Ricordare a tutti la monotonia delle canzoni di Vasco e il suo non saper cantare, nel mentre suonate il Black Album dei Metallica con la vostra Fender imitazione messicana marchiata ipercoop.

Quale che sia la vostra scelta su Vasco, prendetela prima possibile. Nella vita non mancheranno le volte in cui la ragazza/ragazzo che ascolta un po’ di tutto vi chiederà: te piace Vasco? Non saranno ammessi tentennamenti.

Annunci

2 commenti

Archiviato in argite

2 risposte a “Truci a San Siro

  1. “Non saranno ammessi tentennamenti.”

    Hell true.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...