Folli, affamatissimamente folli

Affamati e folli

La par condicio impone di tornare sulla questione Jobs. Non sono in discussione né la sua storia, né le sue opere, ma il suo monologo ai laureandi di Stanford. Celebre già da molto tempo, oggi è il più citato del mondo. Quello che finisce con “stay hungry, stay foolish”, motto che passerà alla storia insieme a Steve. Quel monologo rasenta la perfezione: temi, parole,pause,retorica. Seguite il vostro cuore, la vostra pancia, ovunque vi porti. Nulla da ridire.

Però.

Però il cuore di un bambino che gioca a calcio vuole la maglia numero 10, vuole segnare e correre sotto la curva. Ma se il bambino ha i piedi di un terzino, o si arrangia a evitare agli avversari di fare gol o resta a casa.

Però la pancia sotto al banco di scuola dice che quel balordo lassù in cattedra è insopportabile, e allora bisogna essere folli e sfidarlo. Sfancularlo. Ma alla fine di tutte le scuole, chi è stato affamato e folle neanche ci arriva. Mentre chi ha fatto il suo dovere anche se la pancia suggeriva di giocare col nintendo, ha tutte le porte spalancate.

Perché di posti da astronauta non ce ne sono più, perché l’Italia ai mondiali ha già trovato il suo numero 10. Perché la vita è anche noiosa, perché intorno c’abbiamo gente che ragiona col culo e si chiude dietro alla scusa: “la mia pancia mi dice questo”. Il nostro tempo è limitato, è vero, ma quasi sempre ci tocca sprecarlo vivendo la vita di qualcun altro: la vita che volevamo l’avevano già prenotata da un pezzo. E allora no, non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. Ma se l’opinione altrui è un cazzotto, la nostra voce interiore non si offusca ma i denti dolgono. E i cazzotti non sempre si possono ridare, perché non sempre siamo ad armi pari con gli altri.

La storia e le parole di Steve Jobs rimarranno. Ma non bastano. Nel film della nostra vita, avvincente, emozionante, mozzafiato, c’è anche la pubblicità.

Annunci

5 commenti

Archiviato in argite

5 risposte a “Folli, affamatissimamente folli

  1. PIFF ONE

    e la paghiamo anche

  2. questi sono tutti giri di parole eleganti per dire ai migliaia e migliaia di hungry e foolish del momento: ma gite a batte la merda va

  3. steve workers

    Think different: billionaires are not on your side.
    Stay foolish: fight capitalism.
    Stay hungry: eat the rich.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...