Prima di morire

Ognuno di noi ha un elenco di cose da fare prima di morire, magari non sono scritte e depositate presso un notaio, però anche se riposte in un angolo remoto della scatola cranica, ogni tanto vengono fuori. Nel mio caso, la lista è quasi terminata il week end scorso, con molti anni di anticipo sulla morte. Oppure no, dipende da quando muoio. Anche dovesse succedere domani, molto di ciò che avrei voluto fare, l’ho fatto.

Nella settimana più fredda degli ultimi 56 anni, uno degli obiettivi principali della mia vita è stato raggiunto. Grazie ai 15 cm di neve sono tornato a casa con gli sci, partendo dalla cima di Porta Vecchia, la discesa più pendente di Marsciano. Oltre a quello, ho visto tutta la mia valle inondata di neve e sono sguillato giù per tutti i greppi principali dei dintorni, oltre ad aver conquistato, insieme all’armata rossa,  la Berlino del 1945.

In aggiunta ai grandi eventi come quello della neve, tra la lista di impegni pre morte ci sono anche una moltitudine di cose minori. Una di queste è entrare in una ferramenta e sentire due tizi che discutono in pisano di come utilizzare Frontpage e CuteFtp per la realizzazione di un sito. I tuffi negli anni ’90 sono parte integrante delle cose da fare prima di morire.

Manca ancora il punto principale della lista, la Rivoluzione. Per quella però ci pensa Goku, l’ho trovato sopra la scrivania quando sono arrivato.

Lascia un commento

Archiviato in argite, biografologia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...