Giovani nerd

Se sei nerd riconosci questa foto

Largo ai giovani! L’urlo di Bobo Maroni ieri sera ha infiammato il popolo leghista. Come se Renzo Bossi fosse un vecchio barone. Tra i refrain di impatto sicuro (avanti chi merita! pulizia! onestà!), quello sui giovani è il più ricorrente. Ogni volta che qualcosa va male, bisogna puntare sui giovani. Però non sui giovani come Renzo Bossi, solo su quelli bravi: non si sa dove siano ma li stanno cercando. Una volta trovati saranno un po’ più vecchi, ma comunque buoni da mettere a fare i dirigenti, nel frattempo che si cercano altri giovani ancora più giovani.

Trovare i giovani non è comunque difficile. Basta andare in qualche locale il sabato sera, senza magari presentarsi come evangelizzatori con tanto di volantino e invito a una nottata di preghiera in duomo. Sabato scorso, tanto per dire, c’era un gruppo di giovani, gli Skacaccio, che ha sverniciato la band sul palco dopo di loro, i Meganoidi. I primi fanno ska o punk o tutti e due, non si è capito bene perché strillano forte, i secondi divennero famosi con due canzoncine allegre, Supereroi-contro-la-municipale e Meganoidi-contro-daitan3. Poi hanno deciso di diventare una band seria, pur mantenendo il nome da cartoon, ed hanno ammorbato un botto di gente con roba pallosa a cui però credono parecchio. Gli skacaccio hanno 20 anni, i Meganoidi 30. Sono tutti giovani, ma ai meganoidi non affiderei neanche 10 euro. Neanche agli Skacaccio in realtà, ma solo perché li spenderebbero tutti in Heineken, che è la birra più trista del mondo.

Il fenomeno giovane del momento è però un altro: la parola NERD. Usata in ogni contesto, a partire dall’occhiale spesso di gran moda, è vocabolo fisso di ogni discussione. Proprio nel locale di cui sopra, durante il concerto, ho rubato, involontariamente, uno scambio di battute. Un tizio dice ad un altro: “grande, sono anche io un nerd! Faccio informatica!”  Sia chiaro una volta per tutte: la parola NERD è un insulto. Serie tv come The big bang theory l’hanno sdoganata, rendendo i nerd simpatici e accoppiandoli a belle ragazze. Il nerd nel mondo reale, però, non starà mai insieme a una come Penny, e neanche con Bernadette. Il nerd è pedante, fissato con numerose e strambe passioni, siano esse i fumetti o i film trash o i videogames. Con un nerd non si può parlare, perché ha ragione solo lui, e ce l’ha perché passa giornate intere a leggere, studiare o approfondire vattelapesca cosa. Il nerd non si vanta di esserlo, anzi non se ne accorge proprio. Per lui gli scemi sono gli altri, soprattutto se vestono occhiali alla moda.

Dal Trota ai presunti Nerd, un bel viaggio. Abbastanza inutile, ma dovevo riempire il tempo mentre aspettavo finisse l’installazione di Ubuntu. Ah, Ubuntu non è nerd. Slackware o Archlinux lo sono.

3 commenti

Archiviato in argite, biografologia

3 risposte a “Giovani nerd

  1. Fedesan

    post spassoso e magnificamente superfluo… noto con piacere che hai ancora un po’ di tempo da buttare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...