Differenze

Che sudata, anche io, quel giorno lì

E così Lance Armstrong si arrende, dice basta. Non al ciclismo, ma alla difesa davanti ai giudici: alle accuse di doping non risponderà più, si rimette alla clemenza della corte. Il primo risultato sarà quello di vedersi tolti i 7 tour de France vinti consecutivamente, record dei record, per quanto ormai resta tramandabile solo per via orale. Nel concludere la sua dichiarazione, il Cowboy texano ha chiuso con la frase ad effetto: “Io lo so chi ha vinto quei 7 Tour de France.” Sebbene con molto più stile, è la parafrasi dei 30 sul campo con cui la famiglia Agnelli sta addobbando tutto il proprio vestiario. C’è però una differenza grossa. 

I sette anni passati a vedere Tour de France uccisi dall’americano amico di Bush, non ce li ridarà nessuno. Tre settimane passate a tifare per Pantani, Ullrich, Basso, andava bene pure Beloki, zappatore ispanico ritrovatosi su una bicicletta, per poi vedere sempre la solita storia. Chi mi toglierà dalla mente quella maglia della US Postal che su per la salita di Lourdes Hautacam sorpassa il Pirata raddrizzandogli le orecchie a sventola con lo spostamento d’aria? Nessuno, neanche la revoca dei 7 Tour. Perché ormai Pantani è morto, Basso è stato squalificato ed ora pedala con l’intelligenza di un boy scout, Beloki vende paella e Ullrich è l’amante segreto di Angela Merkel. Armstrong è fuori dalle corse da anni, colpirlo adesso è come ricevere le scuse da un ex che ora fa la suora, o è morta, o fa la spogliarellista. In maglia gialla, sotto l’arco di trionfo, c’eri te, maledetto texano più magro di quella gnocca di Sheryl Crow che pure ti sei portato a letto più e più volte.  Che me ne faccio delle scuse, con le tue progressioni in salita  hai sverniciato l’illusione romagnola dei miei 16 anni.

Ed eccola qua la differenza con la squadra degli agnelli. Lei, la vecchia signora a cui i giudici cattivi danno la caccia come fosse una strega, non ha ancora smesso. Non ha mai smesso. Ecco perché i Tour a Lance glieli potete pure lasciare, tanto non mi cambia nulla, mentre 28 scudetti sono pure troppi.

1 Commento

Archiviato in argite, bar sport, biografologia

Una risposta a “Differenze

  1. Cc

    bon, n’altra differenza é che tal padellone l’honno sgamato per primo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...