Archivi del mese: novembre 2012

Vincerà Renzani

Arisa, vincitrice morale delle primarie

Non si fa in tempo a godersi le urla della naturale Arisa contro una rifattissima Ventura, a condannare la tv aggressiva, che arriva la rivoluzione: i confronti tv per le primarie del centrosinistra. Un domanda ciascuno, due minuti per ogni risposta senza nessun Brunetta che ripete qualcosa di ossessionante in sottofondo. Il vincitore di queste primarie, dicono, è il partito democratico. Risale nei sondaggi, accende il dibattito. La lotta del giovane contro il vecchio ha portato simpatia. Finalmente sembriamo un paese civile.

Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in argite, il gatto Silvio

Dalla Bulgaria col furgone

Era settembre quando Sofia Romanov, donna bulgara in carriera, decise di portare aria nuova nel volley pisano. Ha scelto il suo obiettivo, il torneo del Cusse, ed ha scelto i suoi giocatori, indicandogli una bottiglia di champagne. Nella sua lingua significa: vincere o perdere, purché ammaliando. Sofia ha quasi due anni, è cresciuta in Bulgaria sognando di seguire le orme di Zdenek Zeman. A sua madre, come prima parola, ha detto “attacca”. La marcia del suo team, CSKA Sofia, è cominciata oggi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in bar sport, biografologia

Monorotaia!

Quando a Perugia si inaugurava il minimetrò, a Pisa ancora facevano i conti con l’abaco, era il 2008. Ora però, dopo 4 anni, i pisani si rimettono in carreggiata. L’esperienza perugina, ovvero un centinaio di milioni di euro gettati al vento per un’infrastruttura che i perugini non utilizzano, è stata di aiuto. Infatti dalle parti della torre realizzeranno un trabiccolo altrettanto intelligente: il People Mover.

Dall’aeroporto alla stazione c’è San Giusto, direbbero i Gatti Mézzi (gruppo locale di molto bravi dé). Per raggiungere i due punti, a piedi, ci vogliono 15 minuti, 1,4 km. Si possono però usare i mezzi pubblici: autobus o treno (7 minuti). Il People Mover, una monorotaia automatica a fune, percorrerà la stessa via del treno, nello stesso tempo. Rispetto al percorso a piedi, la via ferroviaria è più lunga. Quasi 2 km, come direbbero a Perugia: “fal gir del’orto”. Costo stimato: 70 milioni di euro. Secondo il sindaco di Pisa, tal Filippeschi, “grazie alla combinazione di People Mover ed ai treni veloci Firenze-Pisa, il collegamento tra le due città avrà tempi ‘europei”. Al di là degli europeismi, l’autobus Pisa-Firenze di Terravision impiega già meno tempo del treno. Perciò Pisa sta investendo in nuovo mezzo di trasporto pubblico che non accorcia le distanze, non diminuisce i tempi e costa 70 milioni di euro. Galileo, dal paradiso guadagnato con abiura, fa sapere di non essere proprio pisano pisano.

N.B.: ci sono anche barlumi di buonsenso, a onor del vero: dal 2013 Pisa avrà anche un servizio di bike sharing (finalmente!)

Lascia un commento

Archiviato in argite, il gatto Silvio

L’assedio dei magistrati

toghe rossonerazzurre

I magistrati intercomunisti colpiscono ancora. Ieri sera si è consumata l’ennesima azione delle toghe rossonerazzurre, come al solito ai danni dei loro acerrimi nemici. Allo juvestédium, dove mai nessuno aveva vinto, i magistrati hanno mandato in campo una squadra di poliziotti americani della divisione soccer&running, mascherati con apposite casacche nerazzurre. Il tutto, ovviamente, d’accordo con la famiglia Moratti. Ne è uscito un piano perfetto, lo sverginamento dello juvéstedium. Prima di ieri lo stadio torinese conteneva 41mila persone, ora ce ne entrano 50mila, belle comode.

I magistrati intercomunisti lavorano giorno e notte per due obiettivi: assediare la juventus e berlusconi. Con l’aiuto dei migliori attori italiani, inventano intercettazioni telefoniche ogni giorno. Fanno parlare Moggi con gli arbitri, Ruby ed Emilio Fede, poi da lì fanno partire migliaia di processi volti a rovinare l’immagine dei loro nemici. Ogni minimo pretesto è buono per sfilare scudetti alla juventus o condannare berlusoni a marcire in galera. Finora, però, sono stati constrastati molto bene. Berlusconi non è mai andato in galera, la juventus ha continuato a vincere.

Ieri sera, però, i luridi magistrati intercomunisti si sono presi una piccola soddisfazione, merito del loro grande acume. Dopo aver creato ad arte una situazione sfavorevole per la juventus, annullando gol regolari del Catania e validando gol irregolari della juve, sono arrivati alla partita piazzando il carico da undici: altro gol irregolare dei bianconeri, altra validazione. Il clima è diventato pesante, la juve non ha saputo reggere ai sensi di colpa e si è sciolta come una donna strabica al cospetto di andrea agnelli.  Al resto ci hanno pensato la divisione Soccer&Running, guidata dal commissario Stramaccioni.

La lotta tra i magistrati intercomunisti e i loro nemici non è ancora finita, né finirà mai.

2 commenti

Archiviato in argite, bar sport, il gatto Silvio