Lezioni

Schermata 2013-05-26 a 15.15.23

Le storie brutte insegnano a scrivere quelle belle. Quello che è successo a Marsciano ci lascia tutti con le ossa ancora più rotte; la violenza della giungla è dura, durissima da digerire per chi ancora non è del tutto un animale. Dicono che questa volta si poteva evitare, che l’omicida aveva un lungo curriculum di denunce a proprio carico. Le forze dell’ordine, però, poco potevano fare. Per minacce non si va in galera. Col perdurare della crisi, la violenza ci si sta avvicinando sempre di più. C’è tanta gente che non ha più nulla da perdere, la culla perfetta per far crescere la follia. Ci hanno, ci siamo, isolati e impoveriti. Già più di dieci anni fa c’era chi urlava questa fine annunciata, questo impoverimento non solo economico. Allora le forze dell’ordine e lo stato seppero dare una risposta: ci presero a bastonate. In tanti si girarono dall’altra parte, quella violenza sembrava lontana e senza senso.Oggi ce l’abbiamo in casa.

Eccolo l’insegnamento: siamo più poveri, ma sappiamo qual è la via della ricchezza. Dando qualcosa da perdere a chi non ha niente, la violenza sparisce.

Eccola la bella storia: Roberto è morto perché ha offerto ospitalità ad una sua dipendente in preda alla paura, minacciata dall’ex marito. Ci servono uomini così per rendere bello questo paese.

3 commenti

Archiviato in argite, io me piasse ncolpo

3 risposte a “Lezioni

  1. D’accordo che per minacce non si va in galera… ma se avessero messo lo stesso zelo che mettono per difendere gli interessi dei loro amici attaccati su internet o rovinare la vita a ragazzini che si fumano uno spinello… beh sarebbe stato di sicuro qualcosa.

  2. Charlie

    Post condivisibile in toto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...