Archivi tag: bersani

I realisti eravamo noi

bersani alfano

Quanto fiato c’avrò messo neanche lo so più. Quante ore passate a discutere sul perché non si poteva morire democristiani. Tutte le volte la stessa risposta: queste sono utopie, un paese si governa con moderazione, responsabilità, al centro, etc etc. Di quel paese sono rimasti i cocci. I realisti eravamo noi. Di voi, ex dì-qualcosa-di-sinistra, è rimasta una pernacchia. Ora per favore, andatevene. Lasciateci provare a credere nello Stato laico, nella redistribuzione del reddito, nella giustizia, in un futuro che non sia alle dipendenze di un nano miliardario. Godetevi le pensioni che noi non avremo e sparite. Grazie.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in argite, biografologia, il gatto Silvio, io me piasse ncolpo

Il voto dilettevole

Rieccoci ad una nuova tornata elettorale. Da Casapiddu in poi, questa è la terza campagna elettorale seguita su queste pagine.

Riassunto delle puntate precedenti: politiche 2008, vittoria con ampio margine di Berlusconi e i suoi, dopo che l’ennesimo processo a carico di Mastella convinse il noto centrista campano a far cadere il governo. Mastella era ministro della GIUSTIZIA dell’allora governo Prodi. Il candidato del partito democratico era Veltroni, fu spazzato via e oggi fatichiamo a capire quale sia il mestiere di Veltroni, che per la prima volta non si ricandida. La sinistra arcobaleno venne buttata fuori dal parlamento, non avendo superato la soglia del 4%. Sono bastati due anni di Bertinotti presidente della camera, con rifondazione a reggere un governo in cui Mastella, per l’appunto, era ministro della giustizia, insieme a Rosi Bindi ministro della famiglia (sic).

Continua a leggere

7 commenti

Archiviato in giornalismi d'antan, il gatto Silvio, José Mourinho premier

Vincerà Renzani

Arisa, vincitrice morale delle primarie

Non si fa in tempo a godersi le urla della naturale Arisa contro una rifattissima Ventura, a condannare la tv aggressiva, che arriva la rivoluzione: i confronti tv per le primarie del centrosinistra. Un domanda ciascuno, due minuti per ogni risposta senza nessun Brunetta che ripete qualcosa di ossessionante in sottofondo. Il vincitore di queste primarie, dicono, è il partito democratico. Risale nei sondaggi, accende il dibattito. La lotta del giovane contro il vecchio ha portato simpatia. Finalmente sembriamo un paese civile.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in argite, il gatto Silvio

Mariolino della bruciata

Balotelli quando era bianco e recitava in Don Camillo

Una delle piccole gioie da concedersi il mese di luglio è stare davanti al caminetto a commentare le notizie del giorno. Oggi la prima notizia è il grande caldo, città a rischio, anziani svenuti, temperature sopra ogni media possibile.  Il global warming non è una barzelletta, dobbiamo fare qualcosa per salvare questo nostro mondo: io nel mio piccolo ho spento il fuoco, anche se con sommo dispiacere. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in bar sport, il gatto Silvio

Sparagli al Volo

I trentenni di oggi sono la peggiore piaga che affligge questo nostro mondo. Gente cresciuta negli anni 80, a panini e bim bum bam, maturata negli anni 90 a suon di droghe pesanti ed arrivata ai giorni nostri con le capacità mentali completamente azzerate. Il trenta-quarantenne di oggi è un individuo che non ha una sua opinione su niente, aspetta la morte facendo ciò che via via, negli anni, va di moda. 

Il portavoce dei trentenni di oggi è Fabio Volo, l’autore che rappresenta meglio di tutti questa categoria. Ha venduto milioni di copie raccontando le storie del suo personaggio tipo: trentenne, appunto, un po’  grezzo e un po’ sfigato tanto per farci riconoscere tanta gente, sotto sotto tenerissimo, per piacere da morire alle ragazze. Nelle sue storie di solito c’è un migliore amico che muore, una donna che lo lascia, un futuro di vita da single che si prospetta. Poi, in un qualche modo banale, arriva l’anima gemella. Era proprio lì, in quella pizzeria per trentenni di Melegnano a fare la cameriera. 

Se Bersani combattesse contro Fabio Volo, lo voterei. Ma tanto non c’è pericolo che il Pd faccia qualcosa.

7 commenti

Archiviato in argite, Artoleria