Archivi tag: el por nardon production

E state a casa perché

Una delle fortune di questo blog è il poter parlare, in esclusiva, con persone che nessun altro riesce ad intervistare. E’ il caso del noto attore della El Por Nardon Production, reso famoso dalla battuta inaugurante del minimetrò di Perugia, un attrezzo ormai quasi dimenticato che molto ricordava una funivia. “La farà la neve?” non è una domanda pertinente, oggi che è Agosto, per questo la El Por Nardon ha sfornato un nuovo tormentone estivo. E state a casa, e non poteva essere altrimenti, nell’anno della crisi più crudele. Dopo estati passate in coda sull’autostrada, impazienti di spendere soldi per la lezione mattutina di risveglio muscolare sul bagnasciuga, è arrivato il momento della resa dei conti. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in argite, Cinematografo, giornalismi d'antan

Il mostro di S.Andrea D’Agliano

blu socciS.Andrea D’Agliano è un piccolo paesino che, citando un poeta di quelle parti, ridente sta nel palmo di una mano. E’ famoso per la sagra della Rucola, e per essere la Liverpool degli Outlet; nonostante i pochi abitanti e la minuscola estensione, ha anche storie lugubri da raccontare. Tra queste, c’è quella del mostro di s.andrea. Tanti anni fa, un folle tirava sassi sul tetto di una casa. Lo faceva di notte e nessuno riusciva mai a coglierlo sul fatto. Per un mese è stato ricercato in lungo e in largo, battute di caccia, forze dell’ordine, folle di curiosi e addirittura un porchettaro che si piazzava nella zona delle ricerche.

Oggi la El Por Nardon Production ha pubblicato un documentario inchiesta su questa strana storia, eccolo qui nella sua interezza. Guardatelo e consigliatelo, è l’ennesima storia di questa piccola italietta.

Lascia un commento

Archiviato in Cinematografo, Tales of adventure

Fac Assassino

Puntata invernale del Dr. Chèsa, ambientata sulle Dolomiti tanto care ai fratelli Vanzina. Questo episodio è infatti un tributo alla saga delle vacanze di natale che ha accompagnato tutti coloro che, volenti o nolenti, sono nati negli 80’s. Con la partecipazione di un grandissimo SexyCardy, la storia si dipana giù per i pendii del monte Civetta, giungendo ad un finale aperto che vuole coinvolgere lo spettatore nel tributo alla verve comica italiana.  Premio della critica a SexyCardy per la sua unica battuta pronunciata, risultata la migliore della cinematografia italiana 2010.

Lascia un commento

Archiviato in Cinematografo

Calcettoitaliano do it better

Per chi ancora non lo conoscesse, Calcettoitaliano è un social network dedicato agli amanti del calcetto amatoriale, permette di organizzare le partite con gli amici senza starsi ad incazzare a cercarli tutti al telefono. La nuova campagna pubblicitaria di calcettoitaliano parte con questo spot targato El Por Nardon Production, prima o poi su questo blog racconterò pure la storia dell’allegra combriccola di Calcettoitaliano, assidua frequentatrice di Casapiddu.

2 commenti

Archiviato in Cinematografo

Dr. Chèsa – Eu Assassino

Seconda puntata della prima serie del dottor Chèsa, il tema affrontato questa volta è l’immigrazione. In un bar di Perugia una studentessa pretende di ordinare parlando in calabrese: il dottor Chèsa, con una brillante trovata delle sue, risolve il caso rendendo la ragazza calabrese comprensibile. Impreziosito da un cameo del Maestro T., regista vialarghese che si presta ad una citazione d’autore (Il Bisbetico Domato), l’episodio è stato interamente girato a Perugia centro.

1 Commento

Archiviato in Cinematografo

Le luglie che uccidono

Nuova puntata del Dr. Chèsa, medico che con il prezioso aiuto del suo Assistente Nero risolve i casi più difficili, quelli che la medicina a volte si rifiuta di affrontare. Questa volta sono i pericoli del dormire di fronte al fuoco ad essere affrontati dalla coppia vanto della sanità italiana.

Lascia un commento

Archiviato in Cinematografo

Torna a chèsa House

Nuovo lavoro per la El Por Nardon Production, che si affaccia al mondo delle serie tv. Il Dottor Chèsa è un medico che di mestiere fa diagnosi difficili, un investigatore del corpo che salva vite grazie al suo intuito e alla sua passione. Questa serie ha già un grande seguito tra i telespettatori umbri, tutti incollati alla televisione per vedere cosa si inventerà Chèsa per guarire l’ennesima malattia. Al termine di ogni puntata rimane il sollievo e l’ammirazione per questo dottore un po’ cinico ma efficarc, quindi interviene la protezione civile per scollare i telespettatori dal televisore

Lascia un commento

Archiviato in Cinematografo