Archivi tag: El Por Nardon

Diarijo Sloveno #5 – l’origine della Pleskovica

lHotel Sarton di Celje: potete trovarmi alla stanza 214, bussate comunque.

l'Hotel Sarton di Celje: potete trovarmi alla stanza 214, bussate comunque.

L’avventura di Gornia Raicona è terminata, ora si passa a Celje, una città di oltre 50.000 abitanti piena di centri commerciali brilluccicanti e addirittura con un centro storico dove la gente va a passeggio. Non è facile però vivere in Slovenia, i misteri invece di risolversi aumentano. Si inizia dalla mattina, alle 6.30 già sono tutti in giro e i ragazzi vanno a scuola, mi domando se facciano tutti la scuola per fornai o se ci sia il fuso orario e io non lo so. Il calcio quasi non esiste, mentre in giro vi sono molti ciclisti, pedoni e runners, tutti educati, con le loro piste ciclabili e il loro casco. Ma basta un po’ di occhio per i dettagli ed ecco che saltano subito fuori l’arretratezza del paese: un negozio di biciclette e tosaerba. Biciclette Trek, quelle con cui Armstrong ha vinto 7 tour de france, vicino a volgari motofalci, questo non posso sopportarlo. Inoltrerò protesta formale appena capirò come si scrive la parola “oggetto:” in sloveno. Continua a leggere

Annunci

8 commenti

Archiviato in argite, biografologia

Diarijo Sloveno #3 – How to babbare un napuliello

La vita isolata dal meraviglioso mondo del web, in mezzo a gente che non parla la tua lingua, non è il massimo. Non tanto per il non poter comunicare con gli umani, di quello si può fare a meno, ma il non poter contare su un canale su cui spedire pacchetti TCP/IP è una sofferenza indicibile. La fiera ovviamente è organizzata per fornire la connessione Wi-Fi, ma i signorini vogliono 70 euro. La rete è protetta da password WEP e su Mac non abbiamo modo di provare programmi per aggirare tale ostacolo, la soluzione è da cercare nella antica pratica dell’ingegneria sociale. Il nome non è calzante in effetti, gli ingegneri sociali non sono dei veri e propri ingegneri: l’ingegnere tipo non è sveglio, furbo e abbastanza scaltro da poter applicare tecniche che non si possono imparare a memoria. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in biografologia, salami in vetrina

Diarijo Sloveno

Slovenski

La connotazione “borghese” di questo blog non è casuale. Colui che fu Rambo Guerrazzi, cioè io, ora ha una nuova missione da compiere: diffondere nel mondo il verbo del porco umbro. Il tutto, ovviamente, a fronte di un tot mensile che riceverò direttamente nel mio moderno conto corrente in rete del materazzo.

La prima avventura ci porta in Slovenia, al mio fianco c’è il celebre attore della El Por Nardon Production, che preferisce mantenere segreta la sua identità. Ad attenderci a Gorizia c’è il duo Bruno Cotica-Scortichino, compagni di viaggio che ci guideranno tra le incomprensibili valli slovene. Superata la frontiera l’effetto è quasi strabiliante; abbiamo lasciato un paese assediato dal caldo tropicale, con le strade traforate e l’Inter che pareggia col Bari e ci ritroviamo immersi nel verde, temperatura 18 gradi, autostrade lisce, ben segnalate, automobilisti educati e in giro dei culi che cantano.  Ci sono ancora diversi misteri da risolvere, ma in fondo è il primo giorno. Ad esempio no è ben chiaro come alle 7 di mattina ci possa essere gente in giro a piedi e in bici, intenti nel pedalare, camminare e salutarsi in tranquillità.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in biografologia, salami in vetrina