Archivi tag: estate

Estate a Fortaleza dei Marmi #6

Roberto Claudio, candidato sindaco pelato e socialista

L’ultimo giorno è quello in cui tutto sa di ultimo. L’ultima passeggiata nella Beira Mar deserta delle 14, l’ultimo succo di abacaxi, l’ultimo rischio preso per attraversare l’incrocio sotto casa, 3 corsie e semaforo solo per le macchine, lasciando i pedoni al loro destino di poveracci appiedati. L’aria dell’Italia è sempre più intensa, la si può annusare ovunque. L’ultima sera, dal terrazzo di un hotel sul mare, un’orchestrina suona Morandi in portoghese. L’ultimo pomeriggio, sul lungomare, c’è un comizio di Roberto Claudio, socialista grasso e pelato che si propone come prossimo sindaco di Fortaleza. Sono in piena campagna elettorale, quella che troveremo tra qualche mese anche da noi, con la differenza che ce la sorbiremo in italiano; le fregnacce politiche in portoghese hanno quel suono di saudade che le rendono quasi simpatiche.  Continua a leggere

Annunci

4 commenti

Archiviato in biografologia, Cinematografo

Estate a Fortaleza dei Marmi #1

La Madonna del Trasarti, scultura del seicento da cui sgorgano lacrime di sangue a ciclo continuo

Fortaleza dei marmi è una località turistica molto in voga tra gli italiani, si trova in brasile ed facilmente raggiungibile con treno più aereo più traversata oceanica. Il mio viaggio, per motivi di lavoro, inizia ad Orte. Da qui si prende il treno per Roma Fiumicino, alla partenza scopro subito la piccola truffa di trenitalia: un biglietto per Roma costa 5 euro, un biglietto per l’aeroporto (20 km più in là) costa 11 euro. La tipica simpatia italiana che tanto piace ai turisti.  Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in argite, biografologia

Io non abbandono il cane, anche se non mi chiama mai

Un cane dell'Anas

Essere educati e civili significa sapere cosa non bisogna fare per essere educati e civili. Non cantare a tavola, non buttare le cartacce in terra, e così via. Quando arriva l’estate, ogni santa estate, c’è un ulteriore divieto da tenere bene a mente: non abbandonare gli animali.

Fin da bambini, ogni volta che si accendeva la tv d’estate apparivano sempre decine di spot su animali abbandonati, cani in autostrada legati al guard rail che poi diventavano randagi, quindi licantropi, vampiri e infine zombie. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in argite, io me piasse ncolpo

E’ tempo che i gabbiani arrivino in città

Delle estati dei primi anni 90 ci sono molte cose che non dimentico. Elencarle tutte vorrebbe dire stimolare quella malinconia del tipo “noi sì che siamo stati una generazione mitica”, ad oggi rintracciabile in macabri gruppi facebook nominati “Sei nato negli anni 80 se…”. Un piccolo e misero ricordo, non citato in quelle tetre liste, è il magone che saliva su quando Italia1 annunciava le serie tv che sarebbero ricominciate a settembre; come colonna sonora c’era “L’estate sta finendo” dei Righeira, e la tristezza prendeva il sopravvento.

E’ ancora agosto, ma sappiamo bene che il Natale si sta inesorabilmente avvicinando, e con lui il freddo, il camino acceso, le castagne, il vino novello, la neve sui monti. Sarà bello ricordarsi di questa estate 2009, che ci ha regalato settimane intere di afa, nessun evento sportivo da ricordare scrivendo sui muri “campioni del mondo” e i leghisti che propongono di parlare dialetto a scuola, pagare di meno i terroni e cantare il Va’ Pensiero.

La sensibilità italica è stata però toccata, a 40 anni dallo sbarco dell’uomo sulla luna, da un altro evento epocale: Casapiddu ha chiuso i battenti. L’avventura della “cosa più pop” (cit. Ragazzo Strambo) di Pisa si è chiusa nel luglio 2009, ed i pidduisti sono partiti per le proprie tangenziali. Questo blog nasce proprio per non perdere l’insegnamento datoci dalle sofferenze dei cinque squattrinati fuorisede, e portare nel mondo la parola del fu Rambo Guerrazzi. Finisce l’estate e riprendono le tramissioni con un saluto festoso a tutti voi, o popolo di pugnettari.

1 Commento

Archiviato in biografologia