Archivi tag: renzo bossi

Giovani nerd

Se sei nerd riconosci questa foto

Largo ai giovani! L’urlo di Bobo Maroni ieri sera ha infiammato il popolo leghista. Come se Renzo Bossi fosse un vecchio barone. Tra i refrain di impatto sicuro (avanti chi merita! pulizia! onestà!), quello sui giovani è il più ricorrente. Ogni volta che qualcosa va male, bisogna puntare sui giovani. Però non sui giovani come Renzo Bossi, solo su quelli bravi: non si sa dove siano ma li stanno cercando. Una volta trovati saranno un po’ più vecchi, ma comunque buoni da mettere a fare i dirigenti, nel frattempo che si cercano altri giovani ancora più giovani. Continua a leggere

Annunci

3 commenti

Archiviato in argite, biografologia

Va’ Pensiero che tulì è bulo

 

I giovani padani umbri

 

I riflettori sono tutti puntati in Sudafrica, ma il grande calcio internazionale è stato di casa anche a Novara. In un paesino della bassa, Novarello, si è svolto il mondiale della Padania, chiamato Padania Cup. Su un campo di calcetto in mezzo alle risaie, le nazionali giovanili di Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli, Liguria, Toscana, Marche, Umbria, ed Emilia si sono giocate il titolo più ambito. Continua a leggere

6 commenti

Archiviato in argite, bar sport, io me piasse ncolpo

Natale leghista

E’ natale anche nelle fredde valli di Bergamo, Brescia e Treviso, i boscaioli si scambiano accettate di auguri e i piccoli cumenda col mercedes comprato in contanti si preparano ad un cenone pantagruelico, a base di polenta e osei ovviamente. La Lega Nord continua la sua attività, sempre sul filo del razzismo, ed approfitta del natale per mandare il suo messaggio. Questo lo spot commissionatomi dalla sezione betlemmese del partito guidato dal malato Bossi. A breve un manuale con la spiegazione delle figure per Renzo Bossi, giovane rampollo leghista non famoso per l’argume.

Lascia un commento

Archiviato in argite, Cinematografo

Legateli

Le condizioni di vita in Italia, in questo momento, sono disumane per tutti. Colpa di un immigrato africano, tal Anticiclone, che nessuno riesce a rispedire al suo paese. Un po’ di refrigerio lo si può trovare tra le valli alpine, ma bisogna essere disposti ad ascoltare i deliri della famiglia Bossi, che come ogni agosto si ritira in quel di Ponte di Legno. Da questo paesino della alta valle Camonica partono ogni estate le invettive più colorite, fin da quella, indimenticabile, del togliere l’8 per 1000 alla chiesa cattolica. Tempo un mese e Bossi fu colto da ictus, stava più di qua che di là. Il senatur imparò la lezione ed ora ha abbassato il tiro, le novità che propone per l’estate 2009 sono: cambiare l’inno d’italia, insegnare i dialetti a scuola, pagare meno i lavoratori del sud. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in io me piasse ncolpo