Archivi tag: sesso

Come farà sesso berlusconi?

berlusconi sessoIl Bunga bunga, l’inchiesta, le intercettazioni, i verbali. Sappiamo tutto sugli scandali intorno a berlusconi, ogni giorno possiamo leggerne ovunque. Conosciamo anche le transazioni bancarie, Ruby la minorenne in tre mesi ha ricevuto 187mila euro, regali esclusi. Santoro ha intervistato diverse ragazze, da Nadia Macrì fino a qualche fichetta sconosciuta, di quelle ancora non approdate alla sala del Bunga Bunga. Ognuna di loro parla con naturalezza a proposito del fare sesso con berlusconi. Il primo ministro da 17 anni, il padrone d’italia, il padrone del milan, il padrone della tv. Le ragazze parlano di notti con Silvio come se parlassero del fornaio Cecco: “Mi ha chiesto di rimanere la notte, mi ha invitato alla sua festa, ballavamo in topless intorno a lui, abbiamo fatto il bagno nudi.”

Alla fine della fiera l’unico fatto rilevante è il processo, non ha senso parlare di tutto il resto. C’è un reato, ci sono gli indagati, i giudici decideranno la condanna e bon, finita lì. Però qualcuno se lo sarà chiesto, si sarà fatto la domanda tra sé e sé: come farà sesso berlusconi?

Non è facile immaginarsi il vostro premier alle prese con una giovane puledra di venti anni. In che posizioni la preferisce? Gli urla parole durante il rapporto? E poi come reagisce all’amplesso il suo corpo? Non è più giovane, ha ormai 75 anni e una bella panza. La Minetti ci ha rivelato, involontariamente, il culo flaccido di Berlusconi. E i capelli? Gli si spettinano?  A memoria d’uomo, nessuno ha mai visto berlusconi spettinato. Il trucco se lo toglie prima di andare a letto con le sue amanti? Se suda poi il cerone gli si scioglie sopra la donna? E il lifiting? Gli permette di assumere espressioni goduriose, oppure ha sempre la stessa faccia da cartellone?

Domande che possono sembrare stupide per chi ha qualche anno sulle spalle, ma sacrosante per i più giovani. Gli anni 90 hanno visto crescere tanti adolescenti senza nessuna certezza, la generazione X. Gli unici punti fissi erano i gol in fuorigioco di Inzaghi e Berlusconi. Silvio era lì, sempre uguale, ad ogni campagna elettorale si ripresentava con le stesse parole, la stessa faccia, il sorriso perenne. Tutti sapevano che il padrone era lui, il magnanimo che pagava Bonolis, Uan, Gullit, Sacchi e Bossi per allietarci la vita. Per la prima volta silvio non appare più come al solito. Ora è nudo, col culo flaccido, tiene in mano le chiappe di una bella ragazza e urla frasi libidinose. Non bastano tutti i video di youporn a generare i brividi causati dal pensiero del silvio arrapato.

Dopo averci rubato il futuro, ci hanno rubato anche il nostro silvio.

Annunci

3 commenti

Archiviato in giornalismi d'antan, il gatto Silvio

Ma Raglia, Carey

Notizia dell’ultima ora: Noemi Letizia, paladina delle giovani zoccole nostrane, si cimenta in una canzone di natalizia. La notizia e la canzone pare siano stati diffusi da Daphne Barak, la giornalista inglese che la intervistò qualche mese fa. Anche allora la video intervista fece il giro del mondo, non tanto per i contenuti, quanto per la pronuncia della bionda napoletana, che sembrava doppiata da Rutelli.

La canzone(All i want for Christmas, Mariah Carey) è già ascoltabile online su Repubblica, e disponibile per il download sul sito della giornalista inglese. A dire il vero, nel suddetto sito, non c’è traccia della canzone, o almeno non è ritrovabile nei due minuti limite che si dedicano ai siti web dal design orrendo e illeggibile. L’esecuzione è alquanto casalinga, la pronuncia è ancora quella di Rutelli.

Silvio, nel suo ritiro ad Arcore, non si è ancora pronunciato sulla vicenda. A breve rilascerà qualche dichiarazione su come questa sia l’ennesima dimostrazione che l’amore vince sull’odio. In effetti, per quanto possiamo odiare questa zoccoletta che chiamava Papi il nostro premier, lei lo ama ancora. Anche ora che è senza denti, vecchio, con la pancia, basso, i capelli finti tirati all’indietro, il doppio petto e il culo largo. Le donne di silvio sono scappate tutte,Noemi è tra le poche in Italia che ancora sono fedeli al suo pisello grinzoso.

Ed ora ecco il raglio di Noemi:

3 commenti

Archiviato in il gatto Silvio

In diretta con Letta

Il 13 dicembre 2009 non sarà dimenticato facilmente, non solo per S. Lucia patrona di Savignano sul Rubicone, ma anche per il dente rotto di berlusconi e l’ondata di gelo sull’italia. Studio Aperto, che apre sempre con il meteo, è andato in loop e al direttore è scoppiata la testa. Al suo posto Sbirulino, che oggi aprirà con un servizio sulle statuine nude del duomo.

Su LaRepubblica.it vi sono aggiornamenti in tempo reale dall’ospedale dove è ricoverato berlusconi. Prima domanda: per un dente rotto è un po’ di sangue ti ricoverano? Non negli ospedali pubblici, magari silvio è in una struttura privata. Non ho voglia di approfondire, perciò mi limito a sparare a zero. Continuando a leggere, ecco la confessione di silvio a Don Verzè: “Non capisco perché mi odiano”. Mi offro personalmente di recarmi al capezzale di silvio con una lavagnetta, per aiutarmi nella spiegazione con dei pratici disegnini. Dal Pdl chiedono al Pd la dissociazione dalle parole della Bindi, che ha chiesto a silvio di non fare la vittima. La presidente del Pd si è anche offerta di dare un bacino sulla bua al premier, che però ha declinato l’invito. Al posto della Bindi è stata scelta una tirocinante infermiera di 19 anni. Fini si è recato in visita ed uscendo ha dichiarato: “ad un mio amico, qui a Milano, fecero molto di peggio”. Il padre di Massimo Tartaglia, aggressore del silvio nazionale, si è affrettato a specificare: “mio figlio è psicolabile e vota Pd.” Lapidario Dell’Utri: “con Mangano, il mio eroe, queste cose non succedevano.”

I gruppi facebook a sostegno di Tartaglia, intanto, stanno venendo oscurati, un po’ come successe per Uccidiamo Berlusconi. Il gruppo di sostegno a Berlusconi, che ora conta oltre 300mila iscritti, era in realtà uno dei quei gruppi del cazzo tipo “amiamo gli animali xké loro sono belli e l’uomo crudele che li uccide, poi li mangia, poi li abbandona e le autostrade non sanno dv metterli“. Gli amministratori hanno cambiato il nome e domani Il Giornale aprirà con “il popolo dei 300.000 contro la violenza sugli ex animali“.

Lascia un commento

Archiviato in giornalismi d'antan, il gatto Silvio