Archivi tag: telecronache

Bentornato Auro!

Arriva maggio, il mondo è bello è pieno di colori ma ancora sugli alberi ci sono solo fiori. Oltre a questo, a maggio c’è il Giro d’Italia, avvenimento più coinvolgente del Natale, ma senza regali.

Queste prime due tappe si sono svolte in Danimarca, perciò è il caso di rispondere alla domanda più frequente posta in questi casi: “ma perché, se è il Giro d’Italia, parte dalla Danimarca?” La risposta è semplice: i danesi (o gli olandesi, o qualsiasi altro paese straniero da cui parte il giro) riempiono di soldi l’organizzazione per avere l’onore di veder transitare una corsa storica e importante come il Giro.

Come già detto in altre occasioni, il vero assente a questo Giro d’Italia è, anche quest’anno, Auro Bulbarelli. Le sue telecronache piene di pathos e dettagli storici a casaccio, oltre al suo amore dichiarato per alcuni ciclisti, erano la cosa più bella dei pomeriggi di primavera. Grazie a questo blog, però, Auro ritornerà. Ha deciso di tornare a commentare il ciclismo, seguendo le gare minori, a lui molto più congeniali. Ho ottenuto le sue telecronache in esclusiva, è stato uno degli investimenti più cospicui della mia vita; non dico quanto ho pagato, ma chiedo a tutti un minuto di silenzio per i tanti maiali uccisi per il pagamento in salsicce.

La linea, ora, va ad Auro Bulbarelli. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in bar sport